Cover_Via_Emilia_web

10.00 €

Un lavoro sulla memoria che andrebbe mostrato in tutte le scuole superiori per far comprendere agli studenti quanto la geografia sia una cosa ‘viva’ Giancarlo Zappoli
Un film di Alessandro Scillitani. Con Paolo Rumiz, Francesco Guccini, Alessandro Giust, Maurizio Benvenuti, Graziano Romani, Paolo Simonazzi, Nicola Cassone, Mauro Nicoli, Giovanni Galli, Lorenza Franzoni
 

8 disponibili

Categoria: .

Descrizione prodotto

Tra la via Emilia e Pavana

Trailer : Tra-la-via-Emilia-e-Pavana

Un lavoro sulla memoria che andrebbe mostrato in tutte le scuole superiori per far comprendere agli studenti quanto la geografia sia una cosa ‘viva’ Giancarlo Zappoli

Un film di Alessandro Scillitani. Con Paolo Rumiz, Francesco Guccini, Alessandro Giust, Maurizio Benvenuti, Graziano Romani, Paolo Simonazzi, Nicola Cassone, Mauro Nicoli, Giovanni Galli, Lorenza Franzoni

Documentario, durata 50 min. – Italia 2013.

200 anni fa veniva aperta la via Emilia. Oggi Paolo Rumiz, giornalista e scrittore, ne percorre il tracciato alla ricerca dei segni del passato e di quelli di una mancata celebrazione. Il film raccoglie testimonianze di appassionati sostenitori della sua importanza, di geografi, storici, musicisti e…Francesco Guccini.
Quando ci si trova davanti al titolo di questo prezioso documentario si vien colti da un dubbio: avrò proprio studiato così male la geografia da non rendermi conto che Pavana (paese che si trova al di là del fiume Reno al confine tra Emilia e Toscana) ha qualcosa a che vedere con la storica strada consolare? La risposta la dà subito, in apertura, Francesco Guccini che di Pavana ha fatto il suo luogo d’abitazione e che lungo la via Emilia ha vissuto per molti anni. Quel verso da lui scritto e cantato “Tra la via Emilia e il West” riassume un mondo poetico che in questo luogo appenninico ha trovato nuove radici. È da qui che parte (e ogni tanto torna) la riflessione su un tracciato antico ma tuttora funzionale che l’Italia non ha saputo (come spesso accade) valorizzare a dovere. Se gli americani hanno avuto la loro Route 66 perché noi non dovremmo mitizzare la via Emilia si chiede colui che, con magliette, pins e adesivi, cerca di tenerne vivo l’apprezzamento. Rumiz (grazie a Scillitani che sa come alternare parole e immagini e che offre anche un tappeto sonoro mai retorico alle riflessioni che si susseguono) compie un lavoro sulla memoria che andrebbe mostrato in tutte le scuole superiori per far comprendere agli studenti quanto la geografia sia una cosa ‘viva’ fatta di pietre, polvere, case e, soprattutto, persone.
I differenti punti di vista sul ruolo che la strada consolare ha avuto nella storia di questo Paese e che continua ad avere in quella di chi vive lungo i suoi bordi o la percorre, si arricchiscono vicendevolmente anche quando divergono. Si scopre così che quella striscia di asfalto per alcuni rappresenta un confine e per altri un luogo costantemente da ridefinire. Scopriamo anche come trasferirsi da una parte all’altra della via e a distanza di un solo chilometro cambi completamente il modo di vivere e di relazionarsi. Se c’è poi chi si è chiesto perché ogni grande città che si trova sul suo tracciato abbia un quartiere che si chiama San Lazzaro e perché il suddetto si trovi ad Est della città troverà una risposta che darà da pensare anche a chi questa domanda non se l’era mai fatta. Perché non si finisce mai di imparare e farlo in questo modo è più che mai un piacere.

da mymovies.it

 

Informazioni

  • Titolo del film: Tra la via Emilia e Pavana
  • Autori: Alessandro Scillitani e Paolo Rumiz
  • Collana: SS9
  • Data di Pubblicazione: giugno 2013
  • Genere: Storia – Costume
  • € 10,00

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti registrati che hanno comprato questo prodotto possono lasciare una recensione.